La vita al tempo dei Social Network

Introduzione

Facebook, Instagram, Twitter, Tiktok hanno rivoluzionato completamente il nostro modo di vivere e di pensare nell’ultimo decennio. Immaginare che, fino a poco tempo fa, utilizzavamo in modo assai più limitato il cellulare, soltanto chiamando l’amico per uscire o mandando messaggi alla ragazza che ci piaceva, fa pensare molto a come la tecnologia ha cambiato le nostre vite.

Alcune statistiche

Statistiche alla mano, secondo Sky TG24 nel 2022 nel mondo ci sono oltre 6 miliardi di smartphone posseduti dalle persone, ovvero l’84% della popolazione mondiale. Queste percentuali, secondo gli esperti, andranno ad aumentare sempre di più, questo aumento è dovuto gran parte all’utilizzo dei social network.

Ma cosa sono i Social Media?

I Social Media sono tutti quei portali dove l’utente è in grado di mettersi in contatto con altre persone, conoscenti e non, e di dare la possibilità di creare contenuti personalizzati, quali foto o video. Il più famoso e conosciuto tra tutti è Facebook, nato nel 2004, da un’idea di Mark Zuckerberg, il quale, dopo un’appuntamento finito male, decide di creare un sito dove caricare le foto degli studenti del college che frequentava, affinché ognuno potesse accedervi e votare la migliore.

Quindi come i Social hanno realmente cambiato il mondo?

Bhe, se fino a pochi tempi fa per comunicare con un’altra persona esistevano solo gli SMS o le chiamate, con poco tempo disponibile per via dei costi del tariffario, adesso ci si può facilmente videochiamare, chattare o mandare messaggi vocali, anche di un paio di minuti, per la felicità di tutti i fidanzati che dovranno ascoltarli.

Photo by Pixabay on Pexels.com

Sono molteplici i pro

  • Tenersi in contatto; il motivo primario, specialmente, durante il periodo di pandemia, quanti di noi si sono videochiamati per ore quando non si era in grado di uscire? Bhè, direi tutti.
  • Trovare lavoro più semplicemente; il mercato del lavoro è totalmente cambiato con l’approdo dei social network, è molto più semplice adesso pubblicare annunci sui vari social e cercare personale per la propria attività, un esempio è LinkedIn, un social impiegato principalmente per contatti professionali e diffusione di contenuti riguardanti il lavoro.
  • Accesso alle notizie; ora come ora, è molto piu semplice tenersi aggiornati sulle notizie e sugli eventi che accadono sul nostro pianeta, grazie soprattutto alle diverse pagine dei notiziari più famosi presenti sui social. Milioni di persone nel mondo che non hanno accesso ad una stampa libera, infatti, possono tenersi informati sui vari social.
  • Pianificazione di eventi; ti sei appena trasferito in un’altra città e non sai come interagire e farti nuove amicizie? Bhè ho io la soluzione, o meglio non proprio io, ma Facebook, con gli eventi programmati nelle varie citta del mondo. Ti basterà andare nella sezione eventi ed il gioco è fatto. Buona socializzazione.
  • Far crescere la tua impresa; che sei un colosso mondiale o un piccolo negozietto di quartiere avere una pagina su almeno un social è importante per farti conoscere ai tuoi futuri clienti, mettendo in evidenza i tuoi prodotti potrai aumentare rapidamente il tuo pubblico, in base a ciò che offri.
  • Creazione di nuove professioni; i social media hanno creato molte nuove professioni, quali gli Influencer, i Social Media Manager, i Web Content Specialist e molti altri ancora.
  • Sono uno svago; che bello questo gattino che salta dal tavolo sul divano! Per la maggior parte delle persone i social sono uno svago, ovvero, vengono utilizzati per divertirsi e giocare in modo naturale e genuino. Negli ultimi periodi si sono molto diffuse le GIF e i meme che spopolano i social e intrattengono la gente.

Ma è anche vero che si sono dei contro

  • Cyberbullismo e abusi online; uno, sicuramente, dei maggiori svantaggi dei social è la presenza di cyberbullismo, attraverso la discriminazione in base a diverse razze, generi, orientamenti sessuali, politici, religiosi e molto altro ancora. Un altro problema è la diffusione di pedofili, che attraverso, i social cercano di ingannare le proprie vittime, per la maggior parte minorenni.
  • Truffe; così come si può venire truffati nella vita “offline”, lo si può benissimo essere anche online, con i vari annunci ingannevoli, false promesse di soldi o falsi guru che vendono i propri corsi mostrando le loro vite a Dubai tra lusso e agiatezza, non è tutto oro ciò che luccica.
  • Dipendenza; vi sarà capitato molte volte di notare, andando al ristorante, tra amici o anche solo vedendo estranei, che molte persone passano il loro tempo sullo smartphone, quasi sempre sui social, oppure appena arriva il piatto si ha la mania di fotografarlo e renderlo pubblico attraverso le storie di Instagram o Facebook. Questo perché si crea una dipendenza dai social, mostrando ai propri follower quello che si sta facendo in un determinato momento. Molte persone, infatti, sono molto più preoccupate ad ottenere followers e a piacere a persone, quasi sempre sconosciute, che pensare ai propri problemi nella vita reale. Non è, assolutamente, salutare dal punto di vista mentale.
  • Privacy e annunci pubblicitari; eh bene si, purtroppo i governi ci spiano e sanno tutto quello che vorremmo comprare o cosa fare. No, scherzo, però, messe da parte tutte queste teorie complottistiche, gli algoritmi dei vari social network, ma anche di internet, salvano tutte le ricerche fatte sul browser e mostrando all’interno dei social annunci adatti alle nostre esigenze. Un esempio, se avete cercato su Google hotel, voli e ristoranti per fare una tranquillissima vacanza in Spagna, bhè, aspettatevi un paio di ads sul vostro social riguardo a compagnie di volo e alberghi che vi potrebbero interessare.
Photo by Tracy Le Blanc on Pexels.com

Conclusione

Nonostante i vari pro e contro, è innegabile che i social network ormai si siano fiondati nelle nostre vite più di quanto avessimo mai potuto immaginare. Il mondo è in continua innovazione, ed è giusto che così lo faccia la tecnologia, ma soprattutto noi.